Una comunità che riparte dal basso

Una comunità sempre più forte

Team - APS ViviAdriano

(Pixabay)

Di quale comunità parliamo?

Questa è la domanda chiave. Stiamo parlando di Quartiere Adriano, una nuovissima zona a Nord di Milano, dove un tempo sorgevano complessi industriali e poco altro. In questi anni si è popolato, sono nati progetti, grandi costruzioni, attività commerciali e, più in generale, un nuovo modo di percepire e costruire la città. Normalmente, siamo abituati al caos, alle auto, agli spazi stretti di una Milano in continua crescita. Qui, invece, salvo eccezioni, non abbiamo problemi di spazio, di traffico, di verde e di aria irrespirabile; abbiamo parchi molto grandi, aree per i cani, parcheggi.

IL QUARTIERE

La domanda allora sorge spontanea? Cosa si può volere di più?

Quartiere Adriano è fondamentalmente diviso in due parti. Una, la così detta parte “vecchia” (in riferimento agli anni di costruzione), che possiede una chiesa, case caratteristiche di un paese dell’Hinterland, un oratorio ed un paio di cascine splendide. L’altra, la parte “nuova” è caratterizzata da grandi palazzi di ultima generazione, grandi parcheggi, parchi e centri commerciali enormi. Tutto questo separato da una sola via, la principale Via Adriano. Qui sorgono le maggiori attività e conduce, da un lato, verso Sesto S.Giovanni, dall’altro verso Crescenzago e Via Padova, passando per il Naviglio della Martesana, che crea atmosfere e sensazioni uniche, sopratutto nella bella stagione.

Quartiere Adriano - APS ViviAdriano

(Google Maps)

Eppure, questa divisione ha qualcosa di più di una strada o di un semplice concetto di costruzione differente. Qualcosa suggerisce che questa sia anche una distinzione tra cittadini, una differenza tra paesi, una comunità che forse non è così unita come dovrebbe. Senza contare gli svantaggi di essere una periferia, strana concezione che ci allontana dall’interesse centrale comunale, una realtà che vede chiudere attività e, nonostante la scarsa (per fortuna) delinquenza, una problematica in termini di trasporti, cultura, eventi, scuole, luoghi di intrattenimento, cose di cui i cittadini necessitano.

L’ASSOCIAZIONE

L’Associazione “ViviAdriano” nasce da un’idea semplice. Nasce dalla volontà di collegare tutte le realtà divise, dare voce ai cittadini per poter ripartire da zero e coltivare tutto ciò che di positivo è possibile realizzare, al fine di migliorare sempre più la vita dei residenti. L’obiettivo? Rendere il nostro quartiere un modello per l’intera città metropolitana di Milano, raggiungendo importanti traguardi. Enorme è la voglia di trasformare la zona da quartiere dormitorio a centro periferico di importanza, in cui convergono culture, eventi, attività commerciali, lavoro, studio e svago per le vecchie e le nuove generazioni. Un’unica famiglia che insieme provvede all’organizzazione della propria realtà. Un modo per evitare la perdita del controllo sul territorio, un modo per attivare tutti i cittadini, un modo per scoraggiare eventuale delinquenza. Riassumendo, l’Associazione “ViviAdriano” sarà aggregazione, cultura, inclusione sociale, difesa dei diritti civili, mediazione con il Municipio ed il Comune, eventi e davvero tanto altro.

Le operazioni da svolgere sono davvero numerose e i componenti del Direttivo stanno lavorando sodo, al fianco dei propri sostenitori e aperti ad ogni suggerimento. Sono state portate a termine le attività amministrative e legali, quindi non resta che vederci presto, consigliandovi di seguirci su Facebook e su tutti i nostri canali, indicati a piè pagina nella Homepage del sito.

Un abbraccio,

Francesco Marcolongo – Vice presidente APS “ViviAdriano”